Deomofobina, pillole di conoscenza

L’omotransfobia è il problema. Vuoi far parte del rimedio?

Per rispondere a questa domanda domenica l’Associazione GeC0 sarà presente tra i banchi di San salvario Emporium per promuovere il progetto Deomofobina.
 
La Deomofobina si presenta come un integratore in una scatola simile a quelle dei medicinali, all’interno della quale però sono raccolti un opuscolo informativo e un bugiardino scritti con un linguaggio accessibile ai “non addetti ai lavori”, diretto a un pubblico eterogeneo: informazioni di base per decostruire stereotipi e pregiudizi e contrastare, di conseguenza, discriminazione ed esclusione sociale delle persone LGBTI.
 

 

La Deomofobina sarà in distribuzione presso alcuni locali di piazza Madama Cristina

Diversi locali della piazza hanno aderito alla campagna di diffusione della Deomofobina, associando l’integratore ai propri menù.
 
Sakaposh piazza Madama Cristina 6
Boulangerol piazza Madama Cristina 2
Mollica piazza Madama Cristina 2/bis
Savurè via Madama Cristina 12
Pisapia via Madama Cristina 11
Bar Mavi piazza Madama Cristina 5
Monegato piazza Madama Cristina 5/A
Plaza Caffè via Madama Cristina 15/A
 
Primi, secondi, panini bevande, biscotti e dolci vari, cioccolate calde verranno proposti insieme all’integratore con un contributo di 2 euro che andrà a finanziare la nuova produzione di Deomofobina.

Deomofobina
Pillole di conoscenza

Un progetto dell’Associazione GeCo
 
“Nei secoli passati le discipline psicosociali si interrogavano sulle origini dell’omosessualità, ora si interrogano su cosa origina l’omofobia/l’omotransnegatività ” (Graglia, 2012).

 
Da alcuni decenni, prima l’American Psychiatric Association (1973) e poi l’Organizzazione Mondiale della Sanità (1990), hanno definito l’orientamento omosessuale una variante naturale dell’affettività umana. Tuttavia permangono, nella popolazione italiana, un accentuato stigma sociale e un radicato atteggiamento omofobico. Anche noi come GECO (Genitori E figli Contro l’Omotransfobia) siamo convinti che sia l’omofobia l’aspetto su cui occorra intervenire.
 
Vogliamo pertanto proporre un’iniziativa divulgativa semplice e immediata, a sua volta inserita in un’attività associativa di maggior respiro, che faccia leva su informazioni di base per decostruire stereotipi e pregiudizi e contrastare, di conseguenza, discriminazione ed esclusione sociale delle persone LGBTI.
 
Per questo abbiamo voluto immaginare un rimedio, un integratore di conoscenze: la DEOMOFOBINA, con l’immancabile bugiardino e le schede informative, in grado di eliminare, come riportano le indicazioni, “gli stati di disinformazione acuta e i disturbi legati al pregiudizio”.
 

Deomofobina è un progetto educativo basato sul principio attivo della conoscenza.

Abbiamo pensato per la sua diffusione il mondo della scuola per il contrasto al bullismo omotransfobico, i contesti sanitari per diffondere informazioni accurate attraverso i medici di base e i farmacisti a contatto quotidiano con un pubblico di ogni età ed estrazione sociale e via via tutti gli altri contesti in cui possa risultare efficace un’azione divulgativa in grado di stimolare curiosità e riflessione su queste tematiche.
 
L’iniziativa mira a sollecitare una riflessione sui pregiudizi ed in generale sui condizionamenti sociali e culturali che ne impediscono il superamento, tutto in chiave divulgativa, con un linguaggio di uso comune, accessibile ai “non addetti ai lavori”, diretto dunque a un pubblico eterogeneo: genitori con figli adolescenti, insegnanti, educatori, formatori, medici, psicologi e al mondo del lavoro dove gli atteggiamenti discriminatori risultano ancora oggi molto marcati e fonte di sofferenza.
 
gecoonlus.org/
facebook.com/gecotorino

Leave a Comment