Stefania Albertino

Stefania Albertino ha disegnato la nuova illustrazione di San Salvario Emporium, rappresentando le persone e gli elementi che più lo caratterizzano, un caos apparente reso armonico dalla creativià, espressa nelle sue varie forme.


Per Stefania l’illustrazione è uno strumento per raccontare messaggi, storie e sensazioni. Nei suoi lavori fa interagire le tecniche tradizionali con quelle digitali; sperimentare è un passaggio fondamentale, una continua ricerca per arrivare al mezzo e al supporto più adatti alle caratteristiche specifiche di ogni singolo lavoro.
Il suo percorso parte dallo IED di Torino dove ha studiato graphic design. Dopo aver vissuto un anno in Australia è tornata in Italia dove ha intrapreso la carriera di grafica e sviluppatrice, per poi decidere di concentrarsi sull’illustrazione e le sue sfumature. Ultimamente ha iniziato a sperimentare anche le tecniche del tatuaggio.

INSTAGRAM
FACEBOOK

“Ho cercato di rappresentare la creatività nelle sue varie forme, da chi modella i vasi, coltiva idee che crescono impetuose, a chi suona (ho voluto fare una piccola citazione ad un famoso quadro di De Chirico), all’occhio attento dei fotografi con il loro punto di vista, all’atmosfera che la musica crea e alla parte un po’ più scherzosa dell’arrangiarsi, senza dimenticare i fedeli amici a quattro zampe e i piccioni che si godono lo spettacolo. Insomma una serie di emozioni, concetti che si mescolano insieme in sintonia, che è anche un po’ la mia visione di San Salvario Emporium, un collaborare con e per la creatività in modo sempre nuovo, divertente e stimolante.”

Stefania Albertino

Abbiamo chiesto a Stefania di rappresentare una sorta di percorso temporale: dall’allestimento del mattino man mano il mercato si anima di contenuti e persone, trasformandosi in un momento aggregativo coinvolgente nel suo apparente caos di suoni, parole, oggetti, rumori e odori della città. Stefania ha trovato il collante nella creatività, espressa da un’orchestra dall’organico variabile capace di generare un’armonia unica attraverso strumenti all’apparenza contrastanti.